L’attuale prezzo elevato di Bitcoin „sembra insostenibile“ a meno che la volatilità non diminuisca, dicono gli strateghi di JPMorgan

La volatilità di Bitcoin ha bisogno di ritirarsi perché il suo prezzo rimanga alto intorno ai livelli attuali, secondo gli strateghi di JPMorgan.

Hanno detto che i recenti movimenti di bitcoin

Hanno detto che i recenti movimenti di bitcoin „sembrano essere stati più influenzati dai flussi speculativi“.

La volatilità di Bitcoin Loophole ha bisogno di ritirarsi perché il suo prezzo rimanga alto intorno ai livelli attuali, secondo gli strateghi di JPMorgan.

In una nota pubblicata martedì, gli strateghi di JPMorgan guidati da Nikolaos Panigirtzoglou hanno scritto che „a meno che la volatilità del bitcoin si plachi rapidamente da qui“, il suo prezzo attuale di circa 50.000 dollari „sembra insostenibile“.

Bitcoin ha battuto i record negli ultimi mesi. Attualmente è scambiato sopra i 51.500 dollari.

JPMorgan ha detto che la capitalizzazione di mercato di bitcoin è aumentata di circa 700 miliardi di dollari dallo scorso settembre, anche se ha visto afflussi istituzionali di soli 11 miliardi di dollari circa.

Come è possibile?

Ci sono probabilmente due ragioni, secondo gli strateghi. In primo luogo, un aumento dell’interesse da parte degli investitori con denaro reale e degli investitori speculativi. Secondo, afflussi al dettaglio significativamente elevati.

„I movimenti da gennaio di quest’anno sembrano essere stati più influenzati dai flussi speculativi“, hanno detto gli strateghi. „Questo suggerisce anche che una certa ripresa dei flussi di denaro reale sarebbe probabilmente necessaria per sostenere i prezzi attuali in assenza di una riaccelerazione del flusso al dettaglio“.

Per quanto riguarda gli afflussi al dettaglio, hanno detto, „l’impulso al dettaglio degli Stati Uniti è stato particolarmente forte da gennaio e non c’è dubbio che questo impulso al dettaglio è stato una forza trainante non solo per le azioni, ma anche per il bitcoin.“

Gli strateghi hanno confrontato la volatilità del bitcoin con quella dell’oro e hanno detto che il bitcoin e il suo più grande fondo – Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) – in media consumano 6,2 volte più capitale di rischio dell’oro e del suo più grande fondo – GLD – il più grande exchange-traded fund dell’oro per asset in gestione. Il capitale di rischio si riferisce ai fondi destinati all’attività speculativa e utilizzati per investimenti ad alto rischio e alto rendimento.

Gli strateghi di JPMorgan hanno anche commentato i futures di etere (ETH) recentemente lanciati da CME Group e hanno detto che la lenta trazione iniziale dei futures di ETH è simile a quella che i futures di bitcoin di CME hanno visto nei loro primi giorni.

„Ma a nostro parere, probabilmente non ci vorrà così tanto tempo per i futures di Ethereum per iniziare a guadagnare trazione come è stato necessario inizialmente per i futures di Bitcoin, in quanto l’interesse degli investitori nelle criptovalute ha avuto qualche anno per maturare“, hanno detto gli strateghi.

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.